Donde quieres ir y desde donde quieres salir?

    I CAMMINI D'ITALIA

    5 maggio 2021

    ¿ Te interesa el evento?

    Introduzca tus datos para recibir actualizaciones a propósito

    Cuando envias el modulo, controla tu inbox para confermar la inscripción

    I principali cammini d’Italia e qualche consiglio utile per affrontarli

    Dopo l'articolo sul cammino di Santiago, oggi vogliamo guidarti alla scoperta dei principali cammini d'Italia, dandoti qualche consiglio per affrontarli al meglio.

    Intraprendere uno di questi cammini può essere una delle esperienze più importanti della tua vita, ma è opportuno affrontarli con la giusta preparazione, per evitare esperienze spiacevoli e delusioni. Il turismo slow ed esperienziale sta diventando ormai sempre più diffuso ed apprezzato, soprattutto per via della crescente attenzione alla sostenibilità ambientale e a seguito delle restrizioni degli ultimi mesi. Spostarsi a piedi è una sfida con sé stessi e ci offre l’opportunità di apprezzare in maniera più profonda ed autentica il contatto con la natura e con la storia, senza stress e assembramenti! Ci stai facendo un pensierino ma non sai se è un'esperienza che fa per te? Nessun problema, abbiamo creato una lista dei cammini più importanti d'Italia, ordinandoli dal più lungo al più corto!

     

    1) Via Francigena

    Il cammino completo è lungo 2200 km e attraversa Inghilterra, Francia, Svizzera, Italia e Stato Vaticano. Quello su cui ci soffermeremo, però, è il tratto italiano, la cui lunghezza è di circa 1000 km. Il percorso va dal Colle del Gran San Bernardo a Roma. Questo cammino era utilizzato dai pellegrini per attraversare i territori dei “Franchi” (Germania e Francia) e giungere a Roma. Proprio per questo motivo, la famosa Via Francigena ha acquisito un significato mistico e spirituale. 

    Percorrerlo a piedi non è alla portata di tutti. Stiamo parlando di 45 tappe e di un tempo medio di percorrenza di un mese e mezzo. Se stai pensando di avventurarti in questo cammino ti consigliamo di attrezzarti adeguatamente con scarpe da trekkking, materiale informativo e mappe. 

    Quando conviene percorrere la Via Francigena? I migliori mesi per attraversarla sono maggio, giugno settembre e ottobre. Il percorso è sempre accessibile, sebbene negli altri mesi è molto probabile incontrare difficoltà legate al clima.

     

    2) Cammino di San Bendetto

    Questo cammino, lungo complessivamente 300 km, attraversa l’Umbria e il Lazio. In particolare collega Norcia con Montecassino. Qual è la sua origine? Come lo stesso nome suggerisce, questo percorso unisce i luoghi più importanti nella vita di San Benedetto: Norcia, il suo luogo natale, Subiaco, il luogo dove visse per trent’anni fondando numerosi monasteri e Montecassino, dove trascorse l’ultima parte della sua vita e dove completò la Regola dell’Ordine di San Benedetto.

    Quanto ci vuole a completare il cammino? In media ci si impiegano dai 16 ai 20 giorni. Considera che le tappe ufficiali sono 16. Quando conviene intraprendere questo cammino? Il nostro consiglio è quello di scegliere sempre le mezze stagioni.

     

     

     

    3) Cammino nelle Terre Mutate

    Questo cammino nasce in occasione della "Lunga marcia per L'Acquila" nel 2012, per esprimere solidarietà ai terremotati. Il cammino si compone di 14 tappe, per una lunghezza complessiva di circa 257 km. Il sentiero attraversa Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo. Il tempo medio di percorrenza a piedi varia dai 14 ai 16 giorni. Lungo le varie tappe l'altitudine varia, così come il clima, che diventa anche molto ostile nei tratti di montagna. Per questo è consigliabile percorrerlo d’estate, prestando comunque attenzione ai temporali estivi, che purtroppo sono molto frequenti. Ti consigliamo di portare un impermeabile, per non farti cogliere di sorpresa. 

     

    4) Cammino celeste

    Il percorso completo è lungo 365 km e collega una serie di luoghi di culto in Italia, Austria e Slovenia. In questo articolo, però, abbiamo scelto di soffermarci solo sul tratto italiano, che parte da Aquileia e si conclude nell’affascinante monastero sul Monte Lussari.

    Questo cammino, suddiviso in 10 tappe, è lungo complessivamente 200 km. Il tempo necessario a percorrerlo va dagli 8 ai 10 giorni. La sua particolarità è il fatto che si può pernottare nei tanti rifugi alpini presenti, entrando di volta in volta in contatto con culture e tradizioni molto diverse tra loro.

    Tieni presente che per ragioni climatiche, il percorso è percorribile per intero solo da giugno a settembre. Durante il resto dell'anno la neve lo rende quasi impraticabile in molti tratti.

     

    5) Via degli Abati

    La Via degli Abati, altrimenti nota come "Via Francigena di montagna”, ha origini molto antiche. Questo cammino veniva percorso da monaci, abati e pellegrini già nel VII secolo. Il percorso infatti collega la città di Bobbio con Pavia. 

    Il cammino ha una lunghezza complessiva di 120 km, che possono essere suddivisi in una decina di tappe. In media, per completare il cammino sono necessari 4 giorni a piedi

    Consigli per i viaggiatori? Tieni presente che il dislivello complessivo del percorso sono 6.000 metri, il che significa che le escursioni termiche sono tante. Ti consigliamo di portare un giubbino, per far fronte al freddo che incontrerai in altitudine. Il miglior periodo per intraprendere il cammino sono i mesi che vanno da marzo a novembre.

     

     

     

    6) Via degli dei

    La Via degli Dei, da non confondere con il Sentiero degli Dei, è un percorso che collega Bologna a Firenze, attraverso l'Appennino. Questo cammino, lungo 130 km ha un fascino inimitabile, legato alla bellezza dei paesaggi che lo circondano, ai quali si aggiunge la presenza di testimonianze storiche risalenti ai tempi degli etruschi.

    Il cammino si compone di 5 tappe, percorribili in media in 5 – 6 giorni. La percorrenza non è particolarmente difficile. Tieni presente che per la maggior parte del tempo non incontrerai nessuno lungo il cammino, pertanto ti consigliamo di organizzarti con pasti al sacco o di pianificare delle tappe intermedie, prenotando un posto a sedere nelle locande ed osterie presenti lungo la via.

     

    7) Cammino dei briganti

    Il Cammino dei briganti è il più breve dei cammini analizzati finora.

    Questo cammino nasce come progetto dal basso ad opera delle comunità locali, per ripercorrere i sentieri dove si nascondevano i briganti (da cui il nome).

    La sua lunghezza complessiva è di circa 100 km e il tempo medio di percorrenza sono 7 giorni a piedi. Sicuramente ti starai chiedendo “come mai così tanto?”. In effetti in teoria ci si aspetterebbe di poterlo percorre nella metà del tempo. Il punto è che il percorso è abbastanza “wild” e senza le dovute precauzioni perdersi è molto facile. Proprio per questo ti consigliamo di leggere con attenzione le guide ed il materiale informativo. Tieni presente inoltre che il miglior periodo per avventurarti lungo questa via sono le mezze stagioni. Se ci vai in inverno è opportuno portare le ciaspole, perché la neve rende difficilmente percorribili alcuni tratti del percorso.

     

     

    A questo punto vogliamo darti qualche consiglio generale, valido per tutti i cammini e per le esperienze di trekking in generale.

    Prima di tutto devi tenere presente che intraprendere un’avventura del genere senza il minimo di preparazione fisica può essere molto pericoloso. Per questo ti consigliamo di ritagliarti almeno una mezz’ora al giorno per svolgere attività fisica. Se non ti piace nessuno sport in particolare puoi anche passeggiare e/o andare in bicicletta. 

    Secondariamente è molto importante assicurarsi di pianificare correttamente il percorso, definendo eventuali tappe intermedie e prenotando nei luoghi di ristoro e/o nelle strutture ricettive presenti lungo la via.

    Altro aspetto fondamentale è la preparazione dei bagagli per il viaggio (incluse tende per il pernottamento ed eventuali pasti al sacco). Informati su tutto quello che occorre portare, consultando guide, blog di settore ed esperienze di altri viaggiatori.

     

    Per approfondimenti puoi consultare i seguenti link:

    Via Francigena

    Cammino di San Benedetto

    Cammino nelle terre mutate

    Cammino celeste

    Via degli abati

    Via degli Dei

    Cammino dei briganti

     

    #BusForFun #WeTheFun #CamminidItalia

    Espandi testo Riduci testo